Fisioterapia Riabilita: il vostro benessere è la nostra missione.

Studio di Fisioterapia a pochi passi dall’Ospedale di Vittorio Veneto

Ultimi post dal Blog #FattiDiSalute
Image Alt

Fisioterapia Riabilita

  /  #FattiDiSalute   /  Come risolvere il fastidioso gonfiore addominale quotidiano?
L'opinione del Dott. Simone Magro Gonfiore addominale

Come risolvere il fastidioso gonfiore addominale quotidiano?

Il sintomo gastro-intestinale di gran lunga più frequente e più fastidioso che disturba milioni e milioni di italiani è il gonfiore addominale. Ad alcuni compare dopo i pasti, ad altri peggiora con il proseguire della giornata, ad altri ancora parte fin dal mattino e rimane per 24 ore filate.

Cosa è davvero utile fare per risolvere il gonfiore addominale? Semplice: sfiammare l’intestino.

Non esiste altra via in grado di eliminare definitivamente questo disturbo. Gli integratori, i lassativi, le pastiglie miracolose mostrate nelle varie pubblicità non ti aiuteranno, anzi, è probabile che ti diano un po’ di sollievo nell’immediato aumentandoti però l’infiammazione, peggiorando così la condizione del tuo intestino.
L’unica soluzione sostenibile, sana e duratura sta in una corretta Alimentazione. Va però detto che ogni persona è un universo a sé stante: esistono però degli alimenti che è importante prendere in considerazione, indipendentemente dalla persona.

Vediamo assieme quali sono.

  • I latticini. Ti gonfi dopo aver mangiato una mozzarella? Potresti essere intollerante al lattosio. Consumare latticini delattosati e solo formaggi molto stagionati (es. Parmigiano Reggiano) ti potrebbe aiutare, a patto che ne limiti la quantità e la frequenza di consumo.
  • I legumi. Fagioli, piselli, ceci, lenticchie, fave: sono una famiglia di alimenti eccezionale dal punto di vista nutrizionale, ma spesso in molte persone danno gonfiore. Se non vuoi rinunciarci è fondamentale evitare i legumi in barattolo e preferire quelli secchi o quelli freschi. Inoltre, all’aumentare dello spessore della pellicina aumentano le difficoltà digestive: per questo i ceci sono più digeribili dei fagioli.
  • I cereali “troppo” raffinati o “troppo” integrali. La farina 00 è l’esempio più lampante di prodotto di bassa qualità: contiene solo amido e (tanto) glutine. Meglio consumare alimenti a base di farine di tipo 1 o tipo 2. Anche l’esatto opposto è da sconsigliare: mangiare sempre integrale, infatti, può rendere difficoltosa la tua digestione!
  • Bere troppa acqua durante il pasto. Un bicchiere d’acqua al pasto non dà nessun problema, ma se si ha l’abitudine di berne mezzo litro meglio lasciar perdere: in questo modo affatichiamo enormemente la digestione a livello dello stomaco. Bere è fondamentale, ma è meglio farlo principalmente fuori dai pasti!

Dott. Simone Magro Biologo Nutrizionista