fbpx

DAL LUNEDÌ AL GIOVEDÌ
ore: 06.00 - 20.00
VENERDÌ
ore: 06.30 - 13.00

0438.59009

Distorsione della caviglia

Distorsione della caviglia, che cosa è e come curarla

La distorsione della caviglia  è un evento  traumatico che interessa i legamenti,  con temporanea perdita del rapporto articolare, fra le ossa della gamba e il primo osso del piede.

Gli sport in cui questa patologia è più frequente  sono:

  • pallavolo
  • calcio
  • basket
  • corsa di resistenza

DISTORSIONE DELLA CAVIGLIA: ANATOMIA DELL’ARTICOLAZIONE TIBIO-TARSICA

le ossa  che interessano la caviglia, sono :

  • tibia
  • perone
  • astragalo
  • calcagno

Le ossa distali della gamba rappresentano  l’aspetto prossimale , mentre quelle del  piede rappresentano l’aspetto distale dell’articolazione in questione.

L’apparato legamentoso del collo del piede comprende:

  • Il compartimento esterno che è costituito dal legamento collaterale esterno e dai legamenti peroneo astragalico-anteriore, peroneo-calcaneare e peroneo-astragalico posteriore, e dal legamento tibio-peroneale anteriore e posteriore;
  • Il compartimento interno che è formato dal legamento collaterale interno (legamento deltoideo).

L’articolazione tibio-tarsica della caviglia permette tre movimenti nello spazio: flesso -estensione, prono-supinazione, eversione ed  Inversione.

L’intera articolazione della caviglia riversa  il peso del corpo direttamente sull’arcata plantare del piede.

Le distorsioni  della caviglia si suddividono in:

  • Lesioni Isolate
  • Sindesmosi
  • Distorsione Mediale
  • Distorsione Laterale

Lesioni tendinee

  • Sono spesso lesioni dovute a caratteristiche e congenite (squilibri posturalianomalie assiali,lassità capsulo legamentosa, sovrappeso, ecc… )
  • Sono fattori che predispongono  alla distorsione della caviglia:
  • alterazioni dovute a disturbi propriocettivi
  • squilibri muscolari
  • alterazioni dell’appoggio  del piede
  • calzature inadatte
  • Terreni accidentati, fangosi o ghiacciati.

Distorsione  caviglia con lesione capsulo-legamentosa laterale:

E’ il tipo di distorsione della caviglia con lesione capsulo-legamentosa più frequente. I legamenti più frequentemente interessati dalla lesione  capsulo-legamentosa sono: il legamento peroneo-astragalico-anteriore, il legamento peroneo-calcaneale-posteriore. Il meccanismo di distorsione laterale della caviglia è quello in cui il piede tende a portarsi in una situazione causa un danno a tessuti, muscoli, e strutture legamentose, che possono allungarsi o rompersi.

Distorsione caviglia con lesione capsulo-legamentosa mediale:

Si tratta di una di lesione molto rara, generata da un movimento  di talopronazione che sottopone il perone a una sollecitazione tale da produrre la frattura dell’epifisi distale dell’osso o il cedimento dei legamenti interni dello stesso con conseguente tumefazione interna.

Sintomi della distorsione alla caviglia:

  • gonfiore caviglia
  • dolore acuto, che si può irradiare anche al piede, al calcagno o alla gamba.
  • gonfiore immediato, che avvolge tutta  l’articolazione.
  • tumefazione su tutta l’area della lesione.
  • Limitazione funzionale causata dal dolore che il paziente avverte durante i movimenti dell‘articolazione

CLASSIFICAZIONE DELLE DISTORSIONI alla caviglia:

  • Grado 0: tilt astragalico inferiore a 8°, non lesioni  legamentose
  • Grado 1: tilt astragalico 10°-20°, con lesione-lacerazione del  legamento peroneo- astragalico anteriore;
  • Grado 2: tilt astragalico 20°-30°, rottura legamento peroneo- astragalico anteriore e peroneo calcaneare;
  • Grado 3: tilt astragalico superiore a 30°, con lesione di tre legamenti

Primi interventi da effettuare nelle distorsioni della caviglia per non causare ulteriori danni

  • togliere il carico e fermarsi per non causare ulteriori danni
  • mettere del ghiaccio sulla parte per non più di 20 minuti e se necessario ripetere l’operazione per ad intervalli di 10 minuti
  • porre l’arto in alto per favorirne il drenaggio
  • tenere l’arto a riposo
  • rivolgersi al pronto soccorso per sottoporsi ad eventuali e opportuni controlli strumentali.

Esami Strumentali per la distorsione alla caviglia:

  • Rx standard
  • Rx dinamiche
  • ecografia
  • TAC: se si sospettano fratture non visibili radiograficamente
  • RMN: nei casi piu’ gravi

Terapia per la cura della caviglia:

1° fase

  • per il recupero dell’articolarità della caviglia sono particolarmente indicate le seguenti terapie strumentali e manuali
  • Tecarterapia
  • Ipertermia
  • Laserterapia
  • Onde d’urto

2° Fase di Riabilitazione distorsione Caviglia:

  • Ripristinare il tono muscolare
  • Ripristinare il controllo propriocettivo
  • Effettuare interventi di potenziamento muscolare
POTENZIAMENTO MUSCOLARE IN ACQUA:
  • nuoto con pinne
  • esercizi con galleggianti
  • esercizi con pesi
STRETCHING STATICO E DINAMICO

Attraverso specifici esercizi propricettivi .I propriocettori sono particolari sensori  presenti in tutte le articolazioni che in collegamento con il cervello, forniscono informazioni circa l’ambiente cicostante.

Gli esercizi in questione sono importanti perché, senza una corretta riabilitazione PROPRIOCETTIVA, si incorrerà più facilmente in nuovi infortuni distorsivi.

3° fase riabilitazione Caviglia:

  • ricondizionamento globale dell’apparato locomotore
  • effettuare interventi specifici per ritornare allo sport in condizioni di sicurezza
  • temporaneamente ed eventualmente applicare tutori elastici a protezione del piede

Prenota una seduta

0438 59009

All original content on these pages is fingerprinted and certified by Digiprove
RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.fisioterapiariabilita.it/fisioterapia-e-riabilitazione/patologie/distorsione-della-caviglia">
Twitter