Fisioterapia Riabilita: il vostro benessere è la nostra missione.

Studio di Fisioterapia a pochi passi dall’Ospedale di Vittorio Veneto

Ultimi post dal Blog #FattiDiSalute
Sabato - per URGENZE
info@fisioterapiariabilita.it
Via Dolomiti, 12
a

Fisioterapia Riabilita

Perchè mi piace la tecnologia Pronexibus Plus®

Gli apparecchi elettromedicali ProNexibus Plus® si fondano su una tecnologia in grado di produrre Radiazioni NON Ionizzanti (NIR). L’energia trasportata dall’onda elettromagnetica è maggiore quanto maggiore è la sua frequenza .

Un’onda elettromagnetica, incontrando un ostacolo, penetra la materia e, depositavi la propria energia, ingenera effetti diversi a seconda della sua frequenza.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità afferma che “un effetto biologico si verifica quando l’esposizione alle onde elettromagnetiche provoca qualche variazione fisiologica notevole o rilevabile in un sistema biologico”, mentre “un effetto di danno alla salute si verifica quando l’effetto biologico è al di fuori dell’intervallo in cui l’organismo può normalmente compensarlo, e ciò porta a qualche condizione di detrimento della salute”.

EFFETTI BENEFICI DELLE ALTE FREQUENZE

Le onde elettromagnetiche sono una combinazione di campi elettrici e magnetici variabili che si propagano nello spazio con le caratteristiche del moto ondulatorio.

La grandezza che massimamente contradistingue i vari tipi di onde elettromagnetiche è la frequenza che indica il numero di oscillazioni compiute dall’onda in un secondo. L’unità di misura della frequenza è l’Hertz(Hz).

Connessa con la frequenza è la lunghezza d’onda (λ) cioè la distanza percorsa dall’onda durante un tempo di oscillazione. Essa coincide con la distanza tra due massimi o due minimi dell’onda. Tanto più corta è la lunghezza d’onda (λ), tanto più alta è la frequenza.

Lo spettro elettromagnetico è l’insieme di tutte le possibili onde elettromagnetiche, in funzione della frequenza e della lunghezza d’onda.

All’interno dello spettro elettromagnetico possiamo distinguere le “radiazioni ionizzanti” (IR) dalle “radiazioni non ionizzanti” (NIR).

EFFETTI TERMICI

Le alte frequenze producono un aumento della temperatura causato dall’attrito intermolecolare. Le molecole infatti, vibrando, trasformano in calore parte dell’energia ceduta dal campo magnetico esterno.

Il riscaldamento dielettrico è quello che usa la propagazione delle onde elettromagnetiche.

Un organismo esposto ad alte frequenze assorbe energia in base al valore del campo elettrico interno ed alla conducibilità dei tessuti esposti in relazione al contenuto in acqua del tessuto. Il grasso ed il tessuto nervoso, infatti, assorbono meno energia del tessuto muscolare.

EFFETTI NON TERMICI

Le interazioni tra le strutture molecolari possono produrre anche effetti non termici i cui meccanismi d’azione non sono ancora completamente noti.

  • In presenza di stimolazione con alte frequenze si evidenziano:
  • Calore profondo
  • Iperemia dei tessuti
  • Analgesia delle terminazioni nervose e rilascio di endorfine
  • Ossigenazione intracellulare con riduzione dei processi infiammatori
  • accelerazione del metabolismo cellulare
  • drenaggio veno-linfatico con riduzione degli edemi e delle stasi congestizie
  • rimozione cataboliti tessutali
  • aumento della velocità di riparazione e rigenerazione dei tessuti

Bibliografia

M. Bellia, A. Stanga, Campi elettromagnetici a radiofrequenza: effetti e prevenzione dell’esposizione occupazionale, Giornale Italiano di Medicina del Lavoro ed Ergonomia Erg 2004; 26:4, Suppl 

Paolo Vecchia,